#QuantoSonoStraniQuestiFrancesi! Informazioni sui lavori stradali

Lavori_stradali

Per la serie #QuantoSonoStraniQuestiFrancesi! ecco qui sopra un’altra stranezza fresca di scoperta.

Nei pressi di un cantiere di lavori stradali il Comune di Strasburgo si sente obbligato di informare i cittadini del tipo di lavori che avranno luogo nonché della loro durata (che magari rispetteranno anche!) Il tutto con tanto di foto, indirizzo del sito e numero di telefono da chiamare (e chissà che non risponda anche qualcuno!)

Dovrebbero saperlo che in Italia i lavori si effettuano lo stesso anche senza informare i cittadini di quello che avviene o della loro durata, anzi, che è meglio quando non li si informa perché meno tanto meno sanno meglio è!

La rubrica #QuantoSonoStraniQuestiFrancesi! ha come scopo quello di condividere con voi le stranezze che deve subire chi vive oltralpe. Anime estranee all’ironia e al sarcasmo astenersi.

#QuantoSonoStraniQuestiFrancesi! Lavaggio strade e aria condizionata in tram

lavaggio_strade

Oggi inauguro la rubrica #QuantoSonoStraniQuestiFrancesi! che ha come scopo quello di condividere con voi le stranezze che deve subire chi vive oltralpe. Anime estranee all’ironia e al sarcasmo astenersi.

Oggi con appena 35°C e considerato che non pioveva da qualche giorno questo strano veicolo girava per le strade di Strasburgo al fine di lavarle. Poi salgo sul tram e vi ci trovo l’aria condizionata accesa, a luglio, con 35°C all’ombra e i tram hanno meno di dieci anni di vita!

Tutto ciò quando In Italia si vive tranquillamente tra blatte e treni soppressi perché vetusti e senza aria condizionata.

Quanto sono strani questi francesi!

GUIDA ALL’ISCRIZIONE ANAGRAFICA PER CITTADINI COMUNITARI

[notice]PROBLEMI CON L’ISCRIZIONE AL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE (SSN)? BRUXELLES HA FATTO SAPERE CHE RIFIUTARE L’ISCRIZIONE AI CITTADINI INATTIVI/DISOCCUPATI E’ CONTRARIO ALLA NORMATIVA EUROPEA. CLICCA QUI PER APPROFONDIRE.[/notice]

feedback dagmara

Questa guida (disponibile qui anche in FORMATO PDF) vuole essere d’aiuto ai tanti cittadini comunitari che, alle prese con l’iscrizione anagrafica si trovano davanti il muro di gomma dell’amministrazione pubblica italiana con richieste di documenti inutili ed ingiustificate e comportamenti troppo spesso arbitrari.

Per la documentazione da produrre ecco cosa prescrive la normativa in vigore (direttiva europea 2004/38/CE attuata in Italia dal decreto legislativo 30 del 2007) a seconda dei casi:

- Cittadino europeo lavoratore subordinato o autonomo nello Stato membro ospitante carta d’identità o un passaporto in corso di validità, conferma di assunzione del datore di lavoro o un certificato di lavoro o una prova dell’attività autonoma esercitata; - Cittadino europeo disoccupato carta d’identità o un passaporto in corso di validità prova delle risorse economiche sufficienti assicurazione sanitaria (per iscriversi al servizio sanitario nazionale bisogna prima iscriversi al centro per l’impiego); - Cittadino europeo studente o in formazione professionale carta d’identità o un passaporto in corso di validità, attestato di iscrizione all’università e/o scuola; autocertificazione di disporre di risorse sufficienti (DPR 445/2000) Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) rilasciata dal paese di provenienza

Attenzione! in nessun caso va presentato il codice fiscale e/o il contratto di affitto e ancora meno l’atto di nascita o l’estratto del conto corrente. Nel caso vi fosse richiesto questo rappresenterebbe un abuso da parte del funzionario comunale.

La richiesta non può essere rifiutata oralmente ma è va depositata per iscritto, pretendere una ricevuta datata e firmata in modo da ottenere una risposta scritta (che sia di accoglimento o rifiuto della residenza).

L’eventuale risposta negativa infatti dovrà essere motivata dal Comune e potrà essere utilizzata da voi per provare l’inosservanza della normativa in vigore da parte della pubblica amministrazione.

Continue reading